L’autoipnosi di metà cervello.



La parapsicologia che funziona! Un interessante esperimento alla portata di tutti. Come ipnotizzare metà del proprio corpo. Auto ipnosi emilaterale.


q-blu uesto approccio nasce dall’esigenza di mantenere almeno una parte di se stessi a contatto con la realtà oggettiva ed evitare la caduta nel sonno fisiologico propria dell’auto ipnosi tradizionale. L’emisfero cerebrale ipnotizzatore permane in stato di veglia. L’altro emisfero è ipnotizzato dal primo fino a raggiungere la trance ipnotica. L’aiuto di un professionista non è necessario ma sarebbe sempre opportuno avvisare una persona di fiducia di quanto accade poiché un medico generico o un paramedico privo di competenze specifiche sarebbe di scarso aiuto se non addirittura dannoso.

            Occorre chiudere un solo occhio. Quello destro oppure quello sinistro. L’occhio chiuso s’innerva nell’emisfero cerebrale che controlla il lato opposto del corpo. Scegliere, pertanto, il lato del corpo da sottoporre ad auto ipnosi emilaterale. Lato destro, emotivo. Lato sinistro, razionale. L’induzione segue l’approccio preferito fino al raggiungimento del livello di trance ottimale sonnambulismo, catalessi o letargia.

dolphin-small

I delfini devono potere emergere in superficie per respirare anche durante il riposo. Esigenze di sopravvivenza spiegano la ragione dei due emisferi separati.

            Occorre, quindi, compiere le verifiche di trance constatando la capacità di svolgere movimenti asimmetrici. Gli arti devono essere indipendenti. La rotazione delle braccia può essere contrapposta. La situazione apparirà nell’insieme piuttosto strana. Gli antichi esperimentatori hanno ottenuto il riso e il pianto contemporaneo dei due lati del volto della stessa persona.

            L’esercizio permette di prescindere dall’avere a disposizione un soggetto ipnotico con il quale allenarsi all’induzione in trance. Il lavoro ipnotico è eseguito su se stessi, permettendo, in questo modo, di constatare autonomamente le proprie personali capacità ipnotiche.


Essere iper vigilanti senza mai stancarsi. Come acquisire una resistenza superiore in condizioni critiche per non perdere mai il controllo della situazione.


            Questo comportamento può garantire la sopravvivenza in situazioni critiche dove non sia possibile abbandonarsi al riposo notturno per smaltire le tossine accumulate nel cervello. Il riposo avviene separatamente in tempi diversi nei due lati del cervello, mentre la persona mantiene una condizione di vigilanza sull’ambiente circostante, come può essere richiesto a una sentinella.

dolphins-sleep-with-one-eye-open-small

I delfini riposano in coppia proteggendosi a vicenda.

            In natura esistono tanti animali che applicano un modello di comportamento simile. I delfini dormono navigando in coppia. Si proteggono reciprocamente osservandosi a vicenda con l’occhio interno. Nei delfini la vitalità è comunque rallentata. Nell’essere umano la trance stuporosa a occhi aperti non è un sonno ristoratore ma una modifica allo stato di coscienza. L’ipnotizzato vede solo quella porzione di realtà che l’ipnotizzatore gli permette di conoscere oltre la quale non vi è nulla che possa esplorare autonomamente con la propria volontà. Gli scopi di questa induzione sono quelli di ottenere la possibilità di realizzare tutte le fenomenologie ipnotiche di cui il soggetto sarà capace sviluppando capacità personali altrimenti inaccessibili. I vantaggi saranno innumerevoli. Primo tra tutti quello di non smettere mai di pensare e conservare la capacità di essere desti ventiquattro ore al giorno.

            Il corpo è abitato da stati di coscienza che sono demoni. Conviventi presenze che albergano nel profondo del nostro animo. Cooperano al successo quando sono sintoniche. Confliggono in una distruttiva lotta autolesionista se sono distoniche. Le presentazioni reciproche devono essere graduali. Un lato alla volta.

La leva psichica



Ecco cos’è, come funziona  e quanto è forte la leva psichica. Cosa farne è semplice? Basta un poco di fantasia


L Violae leve psichiche sono uno dei fenomeni più interessanti della parapsicologia. La forza che attiva la leva ha nomi diversi. Uno per ogni civiltà. Noi la chiameremo “fluido mesmerico” nella forma leggera ed “ectoplasma” in quella più consistente. Essa può imprimere a un oggetto animato o inanimato un movimento intelligente. Trascureremo, per il momento, i connotati di questa forza, per considerare la sua capacità d’intervenire sugli oggetti imprimendo uno spostamento nello spazio.

            I parapsicologi hanno ottenuto con dinamometri la misura forza esercitata. Queste rilevazioni hanno permesso di stabilire che non era mai superiore alla forza fisica del Medium. Quest’ultimo, tuttavia, durante una seduta medianica, sarebbe stato capace di attingere a forze supplementari, carpendo tali energie dagli altri partecipanti. In questo modo la somma delle energie ha permesso di ottenere espressioni di una forza fisica sovrumana superiore a quella individuale.

            Nella maggior parte dei trattati di parapsicologia, per la buona riuscita di una seduta medianica, si pone il limite della decina di partecipanti. I motivi di questa scelta sono però limitanti. Comprensibili solo per esigenze della ricerca psichica. Ma quando si voglia fare compiere un lavoro pesante alla leva psichica il numero di persone deve necessariamente aumentare.

            Il sollevamento di gravi, per mezzo della leva psichica, era ancora praticato in Asia fino agli Anni Trenta del Novecento, da parte di alcuni monaci dediti alla vita meditativa. In letteratura è riportata la notizia di raduni composti di duecento monaci. Un simile sodalizio, si suppone, possa essere in grado di imprimere lo spostamento di interi monoliti senza l’impiego di alcun mezzo meccanico.

            Alcuni tipici fenomeni parapsicologici meno energetici possono essere ottenuti anche con alcune decine di partecipanti. Numero comunque superiore al limite consigliato nei trattati. Tra questi l’abbassamento della temperatura ambientale e gli spostamenti d’aria.


Un fenomeno paranormale è tanto più energetico quanto maggiore è il numero dei partecipanti.


Infrasuoni small

La cronaca di un esploratore su un supposto raduno per lo spostamento di gravi con onde infrasoniche

            L’ipotesi del fluido mesmerico (o la forza associata) è stata messa in concorrenza con quella degli infrasuoni. Alcuni sostengono, infatti, che a sollevare i gravi siano onde sonore di tale frequenza da essere inudibili all’orecchio umano. Gli infrasuoni hanno alcuni effetti collaterali sulla mente e sul corpo. Generano vibrazioni terrorizzanti, creano angoscia e possono dilaniare un organismo vivente. Rulli di tamburo, squilli di tromba e liturgie corali sarebbero inadatte a produrli poiché emessi nella sfera dell’udibile. Sarebbe, inoltre, necessaria una disposizione dei sodali a emiclo per evitare che quelli in posizione più avanzata siano colpiti alle spalle dalle onde infrasoniche di quelli nelle retrovie. Gli infrasuoni possono essere emessi da congegni elettronici e diffusi da altoparlanti speciali. Sono stati impiegati a fini antisommossa dalle forze dell’ordine. Questo progetti, che hanno riscosso un certo interesse in passato, sono stati abbandonati poiché non erano selettivi. Problema che è anche il loro limite operativo. Per questa stessa ragione la leva psichica non sembra essere generata è controllata da sistemi sonori su particolari frequenze.

            La leva psichica può spostare e sollevare nel vuoto tutto indistintamente. Cose, animali e persone. Spesso ferendoli, anche gravemente o provocandone il decesso. Sono ben documentate le lapidazioni con corpi contundenti. Nella società tecnologicamente evoluta è noto l’azionamento da remoto d’interruttori per provocare il malfunzionamento di una apparecchiatura elettronica. Oppure. Incidenti inspiegabili su macchine classificati come frutto di casuali fatalità.

            Quanto più un lavoro medianico è importante tanto più devono essere aggregate persone. Queste stesse devono essere preparate in una scuola che le addestri opportunamente ad acquisire dimestichezza e padronanza nella gestione del fenomeni paranormali, che all’inizio possono essere spaventosi e incutere terrore. Successivamente, però, con la confidenza, diventano abitudine e normalità. La curiosità deve essere la propulsione iniziale. Sostituita da impegni di potere più significativi a cui tale gruppo non può esimersi dal portare il proprio contributo sostanziale.

 

Youth Bulge. L’eccedenza di giovani maschi.

Islamic youth bulge go to Europa on foot


Youth Bulge. Quando l’eccedenza di giovani maschi scatena la violenza. L’inascoltata regola di non immischiarsi nei problemi oltreconfine che hanno già una naturale soluzione.


a prolificità degli stranieri e degli immigrati è un inquietante tabù. Affrontare la questione senza falsi pudori è di vitale importanza per gli Europei Bianchi poiché si stanno verificando le condizioni previste dalla teoria dello Youth Bulge (eccedenza giovanile) elaborata dallo storico, sociologo ed economista Gunnar Heinsohn, sintetizzata in una intervista rilasciata nel 2006, prima di un incontro con i vertici militari britannici sulle tensioni nel mondo arabo e le sfide fino al 2020. Questa teoria spiega lo scatenamento della violenza omicida come strumento di riduzione della pressione demografica. Negli Anni Settanta del Novecento questo problema era già stato trattato da Gaston Bouthoul per determinare le cause che sono alla base dei conflitti bellici con le medesime conclusioni. Oggi sono rare le guerre dichiarate. Alle guerre si sostituiscono le missioni di pace umanitarie e i conflitti armati diventano un problema di ordine pubblico locale. Leggi internazionali obbligano all’intervento militare nei casi di genocidio e della relazione tra pressione demografica come fattore scatenante della guerra nessuno vuole parlare. Il rischio di essere coinvolti in problemi immani senza soluzione è troppo grande.

Islamic youth bulge arrives in Europe by ship

Islamic youth bulge arrives in Europe by ship

                  Secondo la teoria dello Youth Bulge la presenza in vita di giovani maschi in eccedenza in rapporto alla popolazione complessiva incrementa la violenza e il ricorso sistematico all’assassinio. Le occasioni di omicidio possono essere la criminalità comune e organizzata, le guerre internazionali, le guerriglie urbane, le pulizie etniche, le rivoluzioni, le colonizzazioni e le immigrazioni di massa. La violenza permane fino al quando i maschi in eccesso smettono di esistere. Il pretesto posto alla base della violenza non deve fuorviare. Ideologie e religioni offrono sovrastrutture a volontà per giustificare lo sterminio. Il problema che risolvono è uno solo: quello demografico. Occorrono precise condizioni affinché si generi uno Youth Bulge. Questo può realizzarsi quando almeno il trenta per cento della popolazione appartiene alla fascia di età tra i 15 e il 29 anni. Oppure quando il venti per cento è compreso nella fascia tra i 15 e i 25 anni. Lo Youth Bulge scatena la violenza quando dieci giovani maschi concorrono per una sola posizione. Anche le femmine e i maschi maturi possono favorire la violenza se sono in competizione con i giovani per la conquista dell’unica posizione disponibile.


L’Europa non può permettersi di mandare in guerra in altri continenti i suoi primogeniti a dirimere le liti dei terzi o quartogeniti eccedenti o accoglierli tutti sul suo territorio.


Dal mondo arabo proviene il massimo pericolo di un innesco della violenza. I Mussulmani in soli cento anni si sono decuplicati fino ad arrivare a un miliardo e mezzo di individui. Da questa eccedenza sono incominciati i disordini e le uccisioni. Nel mondo islamico, negli anni dal 1950 al 1970, ogni donna aveva in media dai sei agli otto figli. I figli maschi erano dai tre ai quattro. Nei Paesi islamici oggi ci sono 300 milioni di giovani maschi sotto i 15 anni. Nei prossimi 15 anni essi avranno tra i 15 e i 30 anni. Nel migliore dei ipotesi almeno cento milioni troveranno una sistemazione nei loro stessi paesi di origine. Gli altri duecento milioni costituiscono un inaudito potenziale di violenza per il mondo intero.

Youth Bulge arrives in Europe by train

Youth Bulge arrives in Europe by train

L’Europa, a partire dal Millecinquecento, ha avuto molteplici Youth Bulge. La ferocia dell’Inquisizione mise al rogo come streghe le levatrici che trasmettevano alle donne il sapere sulla contraccezione. Questo innescò ricorrenti esplosioni demografiche che insanguinarono l’intero continente. Le donne, a partire da questo periodo, stupro compreso, hanno incominciato a mettere al mondo dai sei agli otto figli di cui tre o quattro maschi, dei quali soltanto uno o al massimo due potevano aspirare ad assumere ruoli sociali. Il terzo e il quarto, ambiziosi e nel pieno delle forze, emigrarono o cercarono di ottenere una posizione con la violenza. L’Europa, con il pretesto della cristianizzazione, conquistò il mondo e uccise in quattro secoli il novanta per cento della popolazione mondiale. In Spagna diventarono colonizzatori persino i secondogeniti e, a volte, anche i terzi e i quartogeniti eccendenti, che diventarono famosi organizzando stragi e genocidi in Sudamerica. Oggi l’Europa bianca non può fare a meno della sua esigua popolazione maschile e non ha una massa frontale giovanile da opporre ai Mussulmani. Questo spiega perché manca una reazione vigorosa alla terza immigrazione di massa dell’Europa.

Bataclan - Paris attacks

Bataclan – Paris attacks

            Gunnar Heinsohn, durante il vertice con i generali britannici nel 2006, ha consigliato di immischiarsi il meno possibile lasciando che i problemi trovassero da soli la loro soluzione oltre confine. L’Europa, a dieci anni di distanza, spalancando le frontiere esterne, ha importato tutti i fermenti del mondo arabo, compreso lo Youth Bulge islamico (a cui si aggiungono gli Youth Bulge Africano, Asiatico e Sudamericano) con le conseguenza che a breve potremo sentire nell’eco sordo dei colpi di kalashnikov e delle deflagrazioni delle cinture esplosive a scopo di decimazione delle popolazioni bianche europee. Non sappiamo se Gunnar Heinsohn, come consigliere strategico delle forze armate, abbia proposto un piano mondiale obbligatorio di contraccezione con uso di tecnologie sofisticate o di ritirare i missionari e le organizzazioni umanitarie da quei Paesi come cause determinanti di questa catastrofe. Anche se le abbia espresse durante l’audizione comunque non è stato preso in considerazione.

Youth Bulge out of control

Youth Bulge out of control